dott_francesco_reho_chirurgo

Come e Dove Rimuovere Nei a Bari?

Rimuovere neo a Bari

Cosa sono i Nei?

Le neoformazioni cutanee e sottocutanee ( meglio definite come “Tumori” cioè nuove formazioni o più comunemente chiamati nei) sono molto frequenti e per la gran parte di esse si rende opportuno un trattamento chirurgico. La finalità chirurgica non è soltanto curativa, ma anche estetica o funzionale.
Non sempre l’aspetto clinico della neoformazione e l’esperienza del Chirurgo consente al medico di distinguere a occhio nudo o con una visione mediante ingrandimento le neoformazioni benigne da quelle maligne. A volte è necessaria l’asportazione con il successivo esame istologico per avere una diagnosi di certezza. Nel caso venga dimostrato un comportamento biologico di malignità potranno essere necessari ulteriori trattamenti come ad esempio l’allargamento chirurgico o la biopsia del linfonodo sentinella (BLS).

Rimuovere neo con il bisturi

Come si interviene per rimuovere un neo?

Per rimuovere un neo è davvero necessario rivolgersi ad uno specialista in Chirurgia Plastica. Non è possibile individuare un unico tipo di intervento chirurgico per rimuovere una neoformazione. La tecnica impiegata dovrà essere individualizzata in relazione alle caratteristiche del paziente e soprattutto della neoformazione. Presso lo studio del Dott. Francesco Reho (Monopoli, Bari) solitamente si procede mediante il trattamento chirurgico tradizionale con bisturi (nella grande maggioranza dei casi), in quanto consente l’esame istologico del campione asportato con grande attenzione anche all’aspetto estetico, per minimizzare i segni dell’asportazione. L’intervento viene generalmente eseguito in anestesia locale.

Cosa succede dopo la rimozione? Si sente dolore? E la cicatrice?

Il dolore dopo questo tipo di intervento, se presente, è modesto e controllabile con i comuni analgesici. Dopo l’operazione viene applicata una medicazione che deve essere protetta dall’acqua. E’ importante evitare l’esposizione diretta al sole della parte interessata per almeno sei mesi dalla rimozione o  ridotta al minimo e sempre con creme di protezione elevata. Queste accortezze riducono di molto la visibilità della cicatrice. Inoltre, a guarigione avvenuta, potranno essere prescritti trattamenti topici per ottenere una migliore cicatrice.

Per maggiori informazioni << SCARICA IL PDF INFORMATIVO QUI >>

O compila il modulo e ti risponderemo al più presto.